Quality, Design and Technology

Do you have any questions? Please call us: +49(0)4441-874-0

Logo

Ostendorf

Condizioni generali di vendita e di pagamento

Condizioni generali di vendita e di pagamento per tutte le consegne, prestazioni e qualsiasi ulteriore diritto commerciale validi solo alle seguenti condizioni

§ 1 Generale – ambito di applicazione
1. I nostri termini di consegna sono validi unilateralmente; non riconosciamo termini del cliente in contrasto o divergenti dai nostri, salvo che non ci sia un valido accordo scritto.
2. I nostri termini di consegna sono validi anche se, pur essendo a conoscenza di termini del cliente in contrasto o diversi dai nostri, effettuiamo la consegna senza riserve.
3. I nostri termini di consegna sono validi nei confronti di tutte le società ai sensi del Codice Civile Tedesco §14.
4. I nostri termini di consegna sono validi anche per tutte le future operazioni commerciali con il cliente.

§ 2 Offerte – documentazione dell’offerta
1. Le nostre offerte sono da considerarsi libere, pertanto soggette a modifiche. Le informazioni verbali riguardanti esecuzione, dimensione e simili nel caso di produzioni speciali necessitano di conferma scritta. Le illustrazioni, le dimensioni ed i pesi presenti nei nostri listini, offerte e conferme d’ordine sono puramente indicativi.
2. Le illustrazioni, i disegni, i calcoli ed ogni altra nostra documentazione sono coperti da copyright ed i diritti sono riservati; non possono essere ceduti a Terzi. Questo è valido in particolare per la documentazione scritta, considerata come “confidenziale”; nel caso, da parte del cliente, di cessione/trasmissione della documentazione a terzi è necessaria una nostra autorizzazione scritta.

§ 3 Prezzi – condizioni di pagamento
1. Salvo non espresso diversamente nella conferma d’ordine, i nostri prezzi sono da intendersi in €uro e con resa franco ns magazzino, imballo escluso; quest’ultimo è indicato separatamente in fattura al prezzo di costo. Per quanto riguarda la merce, questa viene consegnata in gabbie metalliche pallettizzate (Gitterbox), che il cliente è obbligato ad accettare al momento dell’ordine al prezzo in vigore espresso dal venditore. Le gabbie metalliche pallettizzate possono essere rese entro 2 anni dalla scadenza del credito/cauzione, a condizione che siano intatte. Le gabbie metalliche pallettizzate sono contrassegnate con una placchetta, che ne indica l’anno di produzione.
2. L’imposta sul valore aggiunto non è compresa nei nostri prezzi; essa viene inserita separatamente in fattura, nel giorno di emissione della medesima, alla prevista aliquota di legge.
3. La deduzione dal pagamento dello sconto necessita di uno speciale accordo scritto.
4. I diritti di compensazione spettano al cliente, se le sue rivendicazioni sono accertate legalmente, indiscutibili o da noi riconosciute. Il cliente è inoltre autorizzato a tal riguardo all’esercizio del diritto di ritenzione, qualora la sua rivendicazione o diritto si basi sul medesimo rapporto contrattuale.

§ 4 Obblighi di consegna e tempi di consegna
1. Il volume dell’ordine viene stabilito dalla nostra conferma d’ordine. Il termine di consegna è vincolante solo se espressamente da noi confermato per iscritto.
2. Il termine di consegna decorre dalla spedizione della nostra conferma d’ordine o dalla stipula di un contratto, tuttavia non prima della presentazione da parte del cliente della documentazione ricevuta, approvazione, o altre azioni così come non prima della definizione concordata di una modalità di pagamento. Ci riteniamo pienamente responsabili in caso di ritardo o di impossibilità della consegna/prestazione nei casi di dolo o di grave negligenza di un nostro rappresentante o dell’agente da noi preposto, secondo le disposizioni di legge. Oltre ai casi del paragrafo 2 di questo comma la nostra responsabilità di risarcimento/compensazione sia per ritardo nella consegna/prestazione che per mancata prestazione è limitata al 10% della medesima. La nostra responsabilità in caso di impossibilità a fornire la prestazione, oltre ai casi del paragrafo 2 di questo comma per compensazione e rimborso di soluzioni inefficaci, è limitata a circa il 10% del valore della fornitura/prestazione. Ulteriori richieste da parte del cliente – anche dopo la scadenza del termine fissato per la nostra prestazione – sono escluse. Le limitazioni di cui sopra non si applicano, in caso di nostra responsabilità che coinvolga la vita, l’integrità fisica o la salute, o in caso di danni dovuti a grave negligenza nell’adempimento dei doveri da parte dei nostri rappresentanti legali o agenti. Il diritto del committente di recedere dal contratto rimane invariato. Una modifica dell’onere della prova a svantaggio del cliente non è collegata con le disposizioni di cui sopra.
3. Il rispetto del nostro obbligo di consegna comporta il puntuale e corretto adempimento degli obblighi da parte del cliente.
4. Se l’acquirente è in difetto di accettazione o viola altri obblighi di collaborazione, abbiamo il diritto di chiedere il risarcimento dei danni da noi subiti comprese le eventuali spese aggiuntive. In questi casi, così come in caso di cessazione o risoluzione del contratto da parte dell’acquirente, siamo autorizzati, fatta salva la possibilità di fare una richiesta più elevata per i danni, di richiedere il 10 % del prezzo di acquisto a titolo di liquidazione dei danni, a meno che il cliente possa provare che il danno non sussiste o che non è compreso nell’importo della somma forfettaria.

§ 5 Trasferimento del rischio
1. Il rischio, successivamente alla spedizione dei prodotti, si trasferisce sull’acquirente, anche una volta effettuata la consegna o se il fornitore ha dovuto onorare ulteriori adempimenti, per esempio costi di spedizione o trasporto ed installazione.
2. A richiesta del cliente siamo disponibili a fornire una copertura assicurativa del trasporto; i costi da noi sostenuti saranno a carico del cliente.

§ 6 Pretese e diritti del cliente per vizio
1. Il diritto di scelta tra l’eliminazione del difetto ed una nuova fornitura spetta a noi. Se la nostra soluzione non funziona, l’acquirente ha il diritto di diminuire o – se un’opera non è soggetta a responsabilità per difetti – a sua scelta di recedere dal contratto. L’applicazione dell’art. §478, paragrafo 1 del Codice Civile (tedesco) rimane invariata.
2. Nel caso in cui il cliente desideri richiedere la compensazione invece della prestazione o voglia effettuarla di persona, il fallimento della riparazione è riconosciuto solo dopo il secondo tentativo infruttuoso. I casi di legge relativi alla determinazione del termine di tempo rimangono per il resto invariati. Le azioni necessarie per l’esecuzione della prestazione sono a carico del cliente, nella misura in cui aumentano in quanto la consegna o la prestazione avvengono in un luogo diverso dalla sede del cliente. Le spese necessarie a fini della riparazione sono a carico dell’acquirente, in quanto aumentano perché la consegna o la prestazione sono spediti in un luogo diverso dalla sede del compratore, a meno che tale spedizione corrisponda alla destinazione finale d’uso
3. Siamo responsabili in caso di dolo o colpa grave da parte nostra o di uno dei nostri rappresentanti o agenti in base alle disposizioni di legge. Rispondiamo inoltre per la responsabilità del prodotto, dell’integrità fisica o della salute, o in caso di grave violazione degli obblighi contrattuali fondamentali. La richiesta di risarcimento danni per la violazione di obblighi contrattuali fondamentali è tuttavia limitata ai tipici danni contrattuali prevedibili, se allo stesso tempo non esiste un’altra delle eccezioni elencate nelle frasi 1 o 2 di questo paragrafo.
4. Le disposizioni del precedente paragrafo 3 si applicano a tutte le richieste di risarcimento (in particolare per le richieste di compensazione della prestazione o compensazione in caso di mancata prestazione) e, per qualsiasi ragione, in particolare a causa di difetti, violazione dei doveri a causa di comportamento colpevole o di atto illecito.
Esse si applicano anche per la domanda di rimborso di azioni inefficaci. La responsabilità per il ritardo e l’impossibilità è disciplinata dal § 4, paragrafo 2.

§ 7 Limitazioni per le prestazioni di lavoro e per i contratti di acquisto di oggetti nuovi
1. Il termine di prescrizione per le richieste ed i diritti a causa dei vizi nelle forniture/prestazioni – indipendentemente da qualsiasi motivo legale – è di un anno. Ciò non si applica nei casi di cui al § 438 par. 1, n. 1 BGB (difetti legali per i beni immobili). § 438 par. 1, n. 2 BGB (costruzioni, materiali per costruzioni), § 479 par. 1 BGB (ricorso dell’imprenditore) o §§ 634 par. 1, n. 2 BGB (costruzioni o lavori, il cui successo consiste nella fornitura di prestazioni per la progettazione od il monitoraggio).
2. I termini di prescrizione sulla base del paragrafo 1, sono validi anche per tutte le richieste di compensazione a noi rivolte, che sono in correlazione con i difetti – indipendentemente dalle basi legali della richiesta.
3. I termini di prescrizione sono validi secondo i paragrafi 1 e 2 nei seguenti termini:
a) I termini di prescrizione in generale non sono validi in caso di premeditazione o di intenzionale occultamento di un difetto o quando riconosciamo una garanzia per la qualità della merce consegnata.
b) I termini di prescrizione non sono validi nei casi di offesa alla vita, all’integrità fisica o della salute o della libertà così come per le richieste previste dalla legge sulla responsabilità del prodotto, nei casi di grave violazione colposa dei doveri contrattuali o violazione dei doveri fondamentali del contratto medesimo.
4. I termini di prescrizione incominciano per tutte le richieste con la consegna, nel caso dei lavori incominciano con l’accettazione della merce.
5. Se non espressamente e diversamente concordato o specificato, le disposizioni di legge in materia di inizio della prescrizione, sospensione della scadenza, sospensione e ripresa dei termini di prescrizione rimangono invariate.
6. Una modifica dell’onere della prova a svantaggio del cliente non è collegato con le disposizioni di cui sopra.

§ 8 Reclami per difetto e limitazione nel caso di prodotti usati
1. I reclami e diritti dovuti a difetti di consegna di beni usati – per qualunque motivo giuridico – sono esclusi, fatte salve le altre disposizioni di questa sezione. In particolare, l’acquirente non avrà il diritto di recedere dal contratto o ad una mitigazione del medesimo.
2. I reclami da parte dell’acquirente per il risarcimento al posto della prestazione (§ 281 BGB) dovuto a violazione colposa dei doveri sono esclusi, se e nella misura in cui non sono presenti i requisiti di cui al § 4, par. 2, frase 5. Per inciso, l’acquirente ha diritto ad un risarcimento danni o indennizzo solo in caso di intenti, occultamento fraudolento di un difetto, nel caso in cui abbiamo assunto una garanzia per la qualità del prodotto consegnato, per violazione della vita, dell’integrità fisica o della salute, o per possibili danni causati da colposa e grave negligenza nell’adempimento dei doveri da parte dei nostri rappresentanti legali o agenti o nel caso siano stati violati obblighi contrattuali sostanziali e questo comportamento abbia causato danni contrattuali prevedibili. Eventuali reclami per risarcimento danni o indennizzo scadono dopo un anno. Le disposizioni di cui al § 7, par. 4, 5 e 6 si applicano in corrispondenza.

§ 9 Sicurezze e riserve di proprietà
1. Ci riserviamo la proprietà, sulla base del contratto di consegna, della merce fino al ricevimento di tutti i pagamenti dalla consegna. In casi di comportamento contrario al contratto da parte dell’acquirente, in particolare ritardato pagamento, siamo autorizzati a riprendere indietro la merce. In caso di ns pignoramento della merce non c’è alcuna rescissione dal contratto, a meno che da noi non sia stato espressamente dichiarato per iscritto. Il pignoramento della merce da parte nostra costituisce sempre un recesso dal contratto. In caso di ritiro della merce siamo autorizzati all’utilizzazione della medesima, il ricavo derivante deve essere imputato alle passività del cliente, al netto delle eventuali spese di recupero.
2. Fino al ricevimento di tutti i pagamenti sulla base del contratto di fornitura, il cliente è tenuto a gestire la merce con cura, nello specifico è obbligato a proprie spese ad assicurare la merce contro gli incendi, le inondazioni/allagamenti ed i furti al valore di sostituzione. Nel caso debbano essere sostenute delle spese di manutenzione o di controllo della merce, queste sono a carico del cliente.
3. In caso di pignoramenti o altre azioni di terzi, il cliente ce ne deve dare immediata notifica scritta. Se il terzo non è in grado di rimborsarci le spese giudiziarie ed extragiudiziali di querela ai sensi del § 771 ZPO, il cliente è responsabile per la perdita da noi subita.
4. L’acquirente ha il diritto di vendere la merce per lo svolgimento della normale attività commerciale; egli ci riconosce tutti i diritti per l’importo della fattura finale concordata (IVA inclusa), che gli derivano dalla rivendita ai suoi clienti o a terzi, indipendentemente dal fatto che la merce venga rivenduta intatta o trasformata. Il cliente è autorizzato al recupero di questo credito anche dopo il trasferimento della merce. La nostra facoltà di riscuotere il credito stesso rimane inalterata. Ci impegniamo tuttavia a non riscuotere il credito fino a quando il cliente rispetta gli obblighi di pagamento attraverso i ricavi da lui riscossi, se non è in ritardo e, in particolare, se non è stata aperta alcuna procedura di insolvenza od i pagamenti non siano stati sospesi. Se questo è il caso, possiamo esigere che il cliente ci informi circa i crediti ceduti ed i suoi debitori, che ci dia tutte le informazioni necessarie per la raccolta delle necessarie informazioni, la relativa documentazione e che informi i debitori della cessione.
5. La lavorazione o la trasformazione della merce da parte del cliente è sempre fatta a nostro favore. Il diritto d’attesa dell’acquirente per la merce vale anche in caso di merce trasformata. Nel caso in cui la merce sia stata assemblata/trasformata assieme a beni appartenenti a terzi, potremo acquisire la proprietà congiunta del nuovo prodotto in proporzione al valore oggettivo dei beni acquistati rispetto agli altri oggetti trasformati al momento della lavorazione. Per la merce che deriva dalla trasformazione valgono le medesime condizioni valide per la merce consegnata con riserva.
6. Se la merce è inseparabilmente mescolata con altri elementi che non sono di nostra proprietà, potremo acquisire la proprietà congiunta del nuovo elemento in proporzione del valore oggettivo della nostra merce rispetto agli altri articoli con cui è stata mischiata al momento della miscelazione. Se la miscelazione è tale che la merce del cliente deve essere considerata come l’elemento principale, si conviene che l’acquirente trasferisca a noi proporzionalmente la comproprietà a noi. Il cliente possiede la proprietà in nostra vece  o la comproprietà con noi.
7. Il cliente cede a noi anche i diritti per la determinazione delle nostre pretese crediti nei suoi confronti, che derivano dal vincolo della merce con un valore immobiliare o ad una terza parte.
8. Ci impegniamo a svincolare le garanzie a ns favore su richiesta del cliente, a condizione che il valore realizzabile delle nostre garanzie superi i crediti garantiti di oltre il 10% o il valore nominale di oltre il 50 %; la scelta delle garanzie da concedere è a nostra discrezione.

§ 10 Luogo di adempimento, foro competente, legge applicabile
1. Il luogo per l’adempimento dei nostri obblighi contrattuali è Vechta (Germania).
2. Per tutte le controversie derivanti dal rapporto contrattuale, se l’acquirente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo sociale autonomo, il ricorso deve essere proposto dinanzi al tribunale o foro, competente di cui sopra. Siamo autorizzati a rivolgerci anche al tribunale o foro del luogo presso il quale ha sede il cliente.
3. Vale unicamente la legislazione tedesca con esclusione della legge sulla vendita internazionale di merci, anche se il cliente ha sede all’estero. Nel caso in cui alcune delle sopracitate disposizioni del contratto in tutto od in parte non siano inserite nel contratto o non valide, il contratto rimane comunque valido per la restante parte. Le disposizioni non valide devono essere sostituite da altre valide, che abbiano un senso giuridico ed economico il più vicino possibile a quello delle disposizioni non valide.

Gebr. Ostendorf Kunststoffe GmbH
Rudolf Diesel Strasse 6–8
49377 Vechta (Germania)
(Edizione Gennaio 2010)

Menü